In GNU/Linux, ma in particolare in Ubuntu e le sue derivate (Linux Mint su tutte), esistono alcuni modi per poter installare i pacchetti necessari per poter operare al meglio con il proprio sistema operativo:

 

  1. tramite terminale, con la sintassi: sudo apt install (+nome pacchetto);
  2. tramite interfaccia grafica, attraverso Gestore software di Linux Mint o simili;
  3. tramite un software generalmente preinstallato in Ubuntu (e derivate) che porta il nome di Synaptic.

 

Proprio quest’ultimo software rappresenta la via senza dubbio più complessa per l’installazione dei singoli pacchetti, ma al tempo stesso si rivela strumento assai utile e potente, ovviamente se utilizzato con coscienza e con un certo livello di esperienza acquisita precedentemente.

Per accedervi, basta semplicemente cliccare su Menù – Amministrazione – Gestione dei pacchetti (Synaptic, a seconda della derivata usata), come da immagine.

A questo punto, andiamo sulla barra di ricerca posta in alto e andiamo a scrivere il pacchetto che ci interessa trovare (es. LibreOffice).

Una volta trovato il pacchetto che ci interessa installare, andiamo sul quadratino di sinistra posto vicino al nome del pacchetto desiderato e possiamo scegliere tra varie opzioni: Installa, Reinstalla, Rimuovi, Rimuovi completamente. Una volta, completata la scelta, possiamo anche riavviare il sistema (se necessario) e verificare il pacchetto se è stato installato o rimosso correttamente.