Orientarsi nell’universo sterminato delle distribuzioni Linux è veramente difficile. Tuttavia ci sono delle distribuzioni più famose di altre e qui propongo la lista delle 10 maggiori con una breve descrizione.

Debian

logo di Debian

Debian è una delle distribuzioni che incarna meglio il concetto di Open Source, è la community per eccellenza, probabilmente la comunità più attiva del mondo. È stata creata nel lontano 1993 da Ian Murdock è completamente libera e molto affidabile. Per le sua ottime caratteristiche di sicurezza e stabilità è spesso utilizzata per servizi di hosting. una delle caratteristiche più invidiate è sicuramente il sistema di pacchetti (deb) e gli strumenti per manipolarli (apt).

Sito: www.debian.org
Pro: 100% libera, documentazione eccellente e parecchie risorse comunitarie, molto testata e installazione software semplificata con apt-get.
Contro: Lento rilascio delle versioni, la versione stabile tende a diventare datata dopo un po.
Sistema di pacchetti: apt (DEB)
Download libero: Si

Ubuntu

logo di Ubuntu

Relativamente giovane come distribuzione, si è fatta strada nel mondo Linux portando con se un fascino tutto particolare. È realizzata da una azienda sud africana chiamata “Canonical”:http://www.canonical.com/ fondata dal milionario “Mark Shuttleworth”:http://www.markshuttleworth.com/. Si tratta di una distribuzione per un uso prevalentemente desktop. È basata sulla versione SID (unstable branch) di Debian e include parecchi pacchetti aggiornati tra cui l’ultima versione di GNOME. Esiste anche una variante di Ubuntu che utilizza il desktop KDE, si chiama “Kubuntu”:http://www.kubuntu.org/. Secondo DistroWatch.com è attualmente la distribuzione Linux più famosa e richiesta.

Sito: www.ubuntulinux.org
Pro: Grande comunità di sviluppatori e utenti, date di rilascio delle versioni future fissate, previsto passaggio a Debian stable.
Contro: Non è stato creato un mercato commerciale intorno a questa distribuzione.
Sistema di pacchetti: apt (DEB)
Download libero: Si

Mandriva

Ex Mandrake, è in assoluto la distribuzione più orientata al desktop. È stata sempre all’avanguardia nella creazione di strumenti, per la configurazione, semplici da utilizzare. Lo sviluppo della Mandriva è completamente trasparente perché tutti i pacchetti che poi verranno inclusi nella versione definitiva vengono inseriti prima in una versione di sviluppo chiamata “Cooker”:http://www1.mandrivalinux.com/en/cookerdevel.php3

Sito: www.mandrivalinux.com
Pro: Molto semplice da installare e usare, strumenti grafici per l’amministrazione, enorme comunità di supporto, resizing delle partizioni NTFS.
Contro: Alcune versioni sono bacate, le versioni vengono prima rilasciate solo agli iscritti del “Mandriva Club”:http://www.mandrivaclub.com/.
Sistema di pacchetti: urpmi (RPM)
Download libero: L’installazione via FTP è disponibile subito dopo il rilascio, le iso sono disponibili solo dopo diverse settimane.

Fedora Core

logo di Fedora

Nata da una costola di Rad Hat Linux, presenta a tutti gli effetti le caratteristiche tipiche di una distribuzione Red Hat ma senza il supporto che ha la versione enterprise. È una distribuzione orientata sia al desktop sia al server. Per parecchio tempo Fedora è stato un progetto parallelo alla versione commerciale di Red Hat, da poco tempo è stata fondata la “fondazione Fedora”:http://www.fedoraitalia.org/modules/news/article.php?storyid=884 che ha l’obbiettivo di sganciare il progetto da Red Hat, rendendolo completamente indipendente.

Sito: fedora.redhat.com
Pro: Molto diffusa, una grande comunità di supporto parecchie innovazioni.
Contro: Supporto limitato a poco tempo per la versione gratuita e supporto per il multimedia povero
Sistema di pacchetti: up2date (RPM), YUM (RPM)
Download libero: Si

SUSE

logo di SUSE

È una distribuzione commerciale con forte target desktop. Inizialmente prodotta dalla omonima azienda tedesca, dopo l’acquisizione di quest’ultima da parte di Novell è entrata a far parte dei prodotti desktop e server di Novell. Questa distribuzione ha incorporato il più potente tool grafico di amministrazione: “YaST”:http://www.novell.com/it-it/products/linuxprofessional/features/yast.html. Essendo una distribuzione commerciale ci sono delle regole che non permettono il download della versione free prima di 1-2 mesi dall’arrivo della versione commerciale nei negozi.

Sito: www.novell.com/it-it/linux/suse
Pro: Attenzione professionale ai dettagli, tool grafico YaST semplice da usare.
Contro: Disponibile solo in parti del mondo via rivenditori autorizzati o con l’installazione via FTP, disponibile solamente 1 - 3 mesi dopo il rilascio.
Sistema di pacchetti: YaST (RPM), third-party APT (RPM)
Download libero: Storicamente SUSE non rilascia al download le iso ma ultimamente è stata rilasciata la prima versione personal 9.1. L’installazione gratuita della versione professional è comunque permessa via FTP

Gentoo

logo di Gentoo

Gentoo è una distribuzione basata su sorgenti, ci sono vari livelli fino ad arrivare alle iso precompilate per le varie architetture. L’idea che sta dietro a questa distribuzione è quella di compilarsi la distribuzione per il proprio hardware. Questo meccanismo apporta vantaggi prestazionali non indifferenti. La compilazione di un completo sistema Gentoo può essere molto lunga, anche diversi giorni di compilazione ininterrotta.

Sito: www.gentoo.org
Pro: Installazione dei pacchetti software semplice, pacchetti molto aggiornati, documentazione superba, possibilità di crearsi la distribuzione su misura con la scelta di qualsiasi pacchetto.
Contro: Installazione lunga e tediosa, a volte il sistema può risultare instabile.
Sistema di pacchetti: Portage (SRC)
Download libero: Si

Slackware

logo di Slackware

È stata la prima distribuzione Linux in assoluto, la prima versione risale al 1992. Si tratta di una distribuzione molto stabile e sicura, difficile da installare e configurare, sconsigliata per un principiante. Se volete imparare a conoscere in profondità Linux, Slashware fa al caso vostro. Il rilascio delle versioni non è molto frequente, all’incirca una all’anno.

Sito: www.slackware.org
Pro: Molto stabile e sicura, grande aderenza ai principi UNIX.
Contro: Tutte le configurazioni devono essere effettuate a mano su file di testo, limitato riconoscimento automatico dell’hardware.
Sistema di pacchetti: Slackware Package Management (TGZ)
Download libero: Si

Knoppix

logo di Knoppix

Sviluppata da un certo “Klaus Knopper”:http://www.knopper.net/ in Germania, da cui a preso anche il nome. Inizialmente nata come distribuzione Live per provare Linux senza doverlo installare. Si è trasformata un una distribuzione completa installabile anche su hard disk. Knoppix è divenuta quasi indispensabile fra i sysadmin per eseguire una serie di operazioni come il recupero di hard disk. Comprende una enorme quantità di software anche grazie al suo sistema di compressione utilizzato per far entrare su CD migliaia di pacchetti. È basata su Debian, viene rilasciata molto spesso, all’incirca ogni 2 - 6 settimane.

Sito: www.knoppix.org
Pro: Eccellente riconoscimento automatico dell’hardware.
Contro: Basse performance se utilizzato direttamente da CD.
Sistema di pacchetti: APT (DEB)
Download libero: Si

Mepis

logo di Mepis

Mepis è fra le più giovani distribuzioni, lanciata nel 2003 da Warren Woodford. La Mepis è stata originata dalla fusione fra Debian Sid e Knoppix, quindi ancora una volta una distribuzione basata su Debian. Il successo di mepis è stato sicuramente l’aver compreso anche pacchetti non liberi come il plug-in per Flash, la Java Virtual Machine, diversi codecs multimediali. ha un riconoscimento hardware di tutto rispetto, riesce a riconoscere anche parecchi “winmodems” e include diversi strumenti grafici per l’amministrazione. la distribuzione può essere utilizzata come Live-CD oppure installata su hard disk.

Sito: www.mepis.org
Pro: Distribuzione completa e Live-CD in un unico pacchetto, preconfigurata con drivers NVIDIA, Flash, Java, codecs multimediali e moltissime altre applicazioni commerciali, eccellente riconoscimento automatico dell’hardware.
Contro: Non è una distribuzione a tutti gli effetti, i sviluppatori devono essere considerati degli artisti che rendono più bella l’interfaccia grafica.
Sistema di pacchetti: APT (DEB)
Download libero: Si

Xandros

logo di Xandros

Xandros è stata creata dalle ceneri della Corel Linux. Xandros è senza dubbi la migliore distribuzione orientata al desktop che ci sia in circolazione ed è consigliata per chi si vuole avvicinare per la prima volta al mondo Linux. Si tratta di una distribuzione commerciale disponibile in due versioni: la Standard e la Deluxe e comprende parecchi software commerciali.

Sito: www.xandros.com
Pro: Creata per essere utilizzata così come è senza ulteriori configurazioni, file manager eccellente, software per masterizzare CD e molti altri utili software.
Contro: Include componenti commerciali e quindi non è una distribuzione libera che può essere ridistribuita.
Sistema di pacchetti: Xandros Networks (DEB), APT (DEB) disponibile ma non supportato.
Download libero: Si, la “Open Circulation Edition”:http://www.xandros.com/products/home/desktopoc/dsk_oc_download.html ma solo per uso personale.

Traduzione riassunta della pagina: “The Top Ten Distributions”:http://distrowatch.com/dwres.php?resource=major del sito DistroWatch.com